Mark Cavendish correrà per l'Astana Qazaqstan - Funzionera'?

L'annuncio è stato dato con una foto di Cavendish sulle piattaforme dei social media della squadra, analizziamo se la partnership sarà un successo

Testo originale: Rachel Jary

Traduzione a cura di Alessandra Bucci

Tirate un profondo sospiro di sollievo, perché finalmente è finita. I video sfocati di una figura simile a Cav che sfreccia sulle strade spagnole, le inquietanti foto dei paparazzi che lo ritraggono mentre carica una bicicletta sul retro di un'auto della squadra, i tweet criptici e gli articoli speculativi (colpevoli), possono essere messi a tacere. Mark Cavendish ha finalmente annunciato ufficialmente che correrà per l'Astana Qazaqstan nel 2023.  

La strada per arrivare fin qui è stata lunga. È stato un percorso ricco di colpi di scena, da una firma quasi confermata con l'ormai defunto team B&B Hotels, alle voci su un contratto con Human Powered Health o con il nuovo team Q36.5, alla foto della squadra Astana Qazaqstan 2023 senza Cavendish alla fine dell'anno scorso, fino all'annuncio ufficiale della squadra che finalmente arriva incredibilmente a ridosso dell'inizio della stagione. Potremmo aver bisogno di un po' di riposo dopo cosi' tanti colpi di scena.

Ma anche se è stato facile farsi coinvolgere dal dramma e dagli intrighi che circondano il passaggio di Mark Cavendish all'Astana, la firma del contratto è in realtà solo il primo passo dell'accordo tra le due parti: la parte difficile deve ancora venire. La squadra ha ora bisogno di ottenere un ritorno sull'investimento, probabilmente ingente, che ha effettuato per portare Cavendish in squadra. 

L'immagine di lui che vince l'incredibile 35esima tappa in carriera al Tour de France e migliora il record di Eddy Merckx con la maglia dell'Astana è probabilmente uno dei sogni del team manager Alexander Vinokourov quando chiude gli occhi la notte, ma non sarà una strada facile da percorrere per arrivarci.

Con giovani talenti come Fabio Jakobsen (Soudal - Quick-Step) e Jasper Philipsen (Alpecin-Deceuninck) - solo per citarne alcuni - affamati di grandi vittorie, diventa ogni anno più difficile essere il miglior velocista del mondo. Cavendish stesso ha dimostrato, con le quattro vittorie di tappa ottenute al Tour de France 2021, quanto sia importante un buon treno di testa, e ha detto quanto sia stato fondamentale avere alle spalle la piena fiducia della sua squadra di allora, la Deceuninck - Quick-Step. L'Astana ha regalato a Cav una nuova, elegante maglia di campione nazionale ed è riuscita a stanziare il budget necessario per soddisfare le sue richieste, ma riuscirà a creare la squadra di cui avrà bisogno per vincere le corse in bicicletta?

Dal punto di vista dell'Astana Qazaqstan, Cavendish potrebbe essere il loro salvatore in un periodo di crisi. La squadra ha licenziato il suo talentuoso scalatore colombiano, Miguel Ángel López, alla fine del 2022 a causa di ciò che la squadra ha affermato essere la scoperta di "nuovi elementi" che dimostrano il "probabile legame" di López con il dottor Marcos Maynar - cosa che López nega. Prima di ciò, la leggenda italiana Vincenzo Nibali si è ritirata alla fine della scorsa stagione dopo un'illustre carriera, per cui l'Astana Qazaqstan è rimasta un po' senza direzione, senza un vero pretendente alla classifica generale da sostenere. L'arrivo di Cavendish ha dato alla squadra un punto focale: vincere le tappe in volata del Tour de France.

Mark Cavendish in his 2023 Astana Qazaqstan team kit

Foto: Astana Qazaqstan

Cavendish non può certo farcela da solo, e questo ci porta a guardare alla squadra che lo circonda per trovare segnali del piano dell'Astana Qazaqstan di trasformare le vittorie nella Grande Boucle in realtà. È stato recentemente annunciato che il velocista olandese Cees Bol, che in origine avrebbe dovuto firmare con la B&B Hotels, si unirà a Cavendish all'Astana e il 27enne sarà il perfetto uomo di punta per Cavendish. In passato ha vinto una tappa della Parigi-Nizza e si è piazzato tra i primi tre nelle tappe del Tour de France, quindi Bol è un corridore in grado di dare il massimo.

Ma un solo uomo non è normalmente sufficiente a fare la differenza, quindi che dire degli attuali corridori dell'Astana? Possono essere d'aiuto per Cavendish?

Uno dei corridori che spicca nella rosa della squadra come candidato chiave per il treno di testa è l'italiano Davide Martinelli. Al quarto anno con l'Astana Qazaqstan, il 27enne ha trascorso quattro anni con la Quick-Step nelle sue varie versioni. Lì ha lavorato con il talentuoso velocista colombiano Fernando Gaviria, quindi ha esperienza nel guidare il meglio del meglio alla vittoria.

Il candidato numero due, nuovo per l'Astana per il 2023, è il corridore estone Martin Laas. Si unisce alla squadra dopo aver ottenuto alcuni risultati impressionanti negli sprint di gruppo quando faceva parte della Bora-Hansgrohe, tra cui le vittorie nell'Arctic Race of Norway e nel Tour of Estonia. Laas è un corridore che ha sempre dimostrato un'impressionante potenza grezza, ma che a volte ha faticato a tradurla in vittorie. Questi potrebbero essere gli ingredienti perfetti per un buon corridore di testa, in grado di mettere a terra i watt e poi lasciare a qualcun altro il compito di finire il lavoro.

Cavendish winning stage four of the Tour de France 2021 to Fougéres

Cavendish vince la quarta tappa del Tour de France nel 2021

(Foto: Alex Broadway/SWpix)

Passando a coloro che potrebbero essere utilizzati prima dello sprint finale, l'esperto corridore Manuele Boaro fa parte dell'Astana dal 2019 e corre nel gruppo dei professionisti da oltre dieci anni. In questo lasso di tempo, ha ottenuto vittorie al Giro di Croazia e al Giro di Danimarca e ha dimostrato forti capacità nelle cronometro. Boaro ha una combinazione di velocità esplosiva e capacità di produrre sforzi sostenuti che potrebbero renderlo una parte importante del gruppo di testa dell'Astana. Un altro corridore con capacità simili a Boaro è il suo collega italiano Gianni Moscon. Anche se nelle ultime stagioni ha sofferto di infortuni e problemi di salute, al suo meglio Moscon ha un motore impressionante che sarà perfetto per riprendere le fughe o per fare un lungo sprint in testa al gruppo prima che la volata arrivi al momento cruciale.

Infine, Gleb Syritsa è un ciclista russo di 22 anni che si è unito all'Astana come stagista nel 2022 e ha firmato un contratto triennale con la squadra. Ha dimostrato le sue capacità velocistiche con una vittoria di tappa al Tour de Langkawi e diversi podi nell'ultima stagione. Syritsa non solo potrebbe essere una risorsa nel gruppo di testa per Cavendish, ma potrebbe anche imparare molto dal Manx Missile e potrà sviluppare la sua carriera al suo fianco in questa stagione.

Non si tratta di un gruppo di corridori composto da grandi nomi se ci si pensa quando si parla di un treno di testa da sogno, ma potrebbe esserci del potenziale non sfruttato nella squadra dell'Astana? Questa combinazione potrebbe davvero creare il magico finale da favola che Cavendish sogna per la sua carriera? Le opportunità al Tour de France del 2023 si presenteranno già nella terza tappa, in una frazione ondulata verso Bayonne, e poi potenzialmente di nuovo nella quarta tappa verso Nogaro. Nella settima tappa, il Tour de France tornerà a Bordeaux, dove Cavendish ha conquistato la sua 14ª vittoria di tappa nel 2010. Strade familiari, ricordi felici: potrebbe essere il giorno in cui entrerà nella storia?

Il passaggio di Cavendish all'Astana Qazaqstan non è certo quello che ci saremmo aspettati quando il suo contratto con la Quick-Step - Alpha Vinyl è terminato l'anno scorso, ma non è da escludere che il 37enne chiuda qui la sua carriera in bellezza. Il suo gruppo di testa potrebbe essere un successo e potrebbe aiutare Cav a conquistare la 35ª vittoria di tappa che spera di ottenere da tempo.

Allo stesso modo, tutto potrebbe andare storto. L'ingaggio tardivo, la mancanza di tempo per regolare il lead-out, la nuova attrezzatura e il nuovo sistema di gestione richiederanno un po' di tempo per abituarsi e forse non funzionerà. Ma se c'è una cosa che gli ultimi due anni ci hanno insegnato è che non bisogna mai dare per spacciato Mark Cavendish. Come ha scritto nella sua biografia su Instagram, e come ha detto quando ha vinto la sua 32ª tappa del Tour nel 2021 dopo cinque anni di attesa: "Crederci sempre".

 

(Foto di copertina: Alex Broadway/SWpix)